CANDIDATI D’AVVENTURA – L’INGANNO

Mettiamola così, a scanso di equivoci: noi non siamo operatori della cronaca giudiziaria; non andiamo, dunque, alla caccia della notizia che riguardi il cittadino più o meno importante e le sue vicende giudiziarie. Noi siamo, però, un soggetto culturale ed anche politico; ci interessa capire, tra miliardi di cose che vorremmo capire, se è giusto e corretto il gesto di un imprenditore il quale, sottoposto ad indagini (concluse) per i reati di falso e di truffa in danno dello Stato (insomma, autore, secondo la Procura, di un imbroglio per evadere il fisco e complessivamente lo Stato), può (politicamente, moralmente) offrirsi alla DAMIANO CONSERVAcittadinanza come amministratore della città. E’ il caso di Damiano Conserva, potente autotrasportatore di Modugno, capolista alle prossime elezioni amministrative della lista di centro destra La Puglia prima di tutto.

Di seguito, l’avviso di conclusione delle indagini inviato dalla Procura della Repubblica di Bari a Conserva ed ai suoi complici (dei quali ultimi omettiamo il nome trattandosi di cittadini che non risultano candidati da nessuna parte). Conserva dovrebbe semplicemente spiegare all’opinione pubblica e all’elettorato al quale chiede rumorosamente il voto se non sente almeno l’opportunità di non ingannare i cittadini ai quali chiede fiducia, insomma di dire la verità prima che si aprano i seggi elettorali.CONSERVA

Lascia una risposta