COMUNE MODUGNO, DISPOSTA ROTAZIONE GENERALE DEI DIRIGENTI DEGLI UFFICI

Magrone: introdotto un criterio rivoluzionario nell’organizzazione amministrativa del nostro Comune, per adeguarla ai principi dell’anticorruzionee per realizzare uno dei punti crucialidel nostro programma elettoraleindex

Modugno – Rotazione ai vertici della macchina amministrativa dell’ente comunale. Sono stati tutti riassegnati, con decreto di nomina del Sindaco, Nicola Magrone, gli incarichi di responsabilità dei servizi e degli uffici del Comune.
“Un provvedimento – dice il Sindaco – che riguarda tutta la organizzazione amministrativa dell’Ente e realizza uno dei punti enunciati tra le linee programmatiche del mio mandato. Un necessario e generalizzato adeguamento ai principi che solo oggi entrano nell’ordinamento, col Piano Nazionale Anticorruzione, ma che appartengono al bagaglio storico e culturale dei movimenti che sostengono l’amministrazione comunale”.
Le recenti norme in materia di prevenzione della corruzione hanno infatti fatto tornare di attualità il principio di rotazione degli incarichi dirigenziali per evitare “il consolidamento di rischiose posizioni di privilegio – è detto nelle linee di indirizzo del Comitato Interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del Piano Nazionale Anticorruzione confluito nella Legge 190/2012 – nella gestione diretta di certe attività correlate alla circostanza che lo stesso funzionario si occupi personalmente e per lungo tempo dello stesso tipo di procedimenti e si relazioni sempre con gli stessi utenti”.

Per il raggiungimento degli obiettivi programmati dall’amministrazione Magrone nel medio periodo, dunque, il provvedimento del Sindaco punta a conciliare la valorizzazione della professionalità e delle esperienze con il criterio della rotazione per gli incarichi dirigenziali che siano “ricoperti da più di tre anni – si legge nel decreto sindacale – o che comunque si connotano per la significativa ‘radicabilità’ sul territorio e ‘contiguità’ con l’utenza, tali da rendere opportuno procedere a un avvicendamento ravvicinato nel tempo”.
Con queste modalità, e condividendo con la giunta comunale l’iter decisionale, sono stati individuati i responsabili destinati a dirigere dal prossimo 3 novembre i quattordici servizi del comune. A loro è stata conferita la posizione organizzativa.
“Sono sicuro – dice ancora Magrone –, che i funzionari assumeranno l’impegno di una leale collaborazione, sia reciproca tra loro sia con l’amministrazione. Nella fase di passaggio delle consegne e dell’affiancamento transitorio, la loro correttezza diventa importante per garantire la continuità dell’azione amministrativa”.

Lascia una risposta