DOMANI, 25 MARZO, ASSEMBLEA PUBBLICA PER CONOSCERE IL FUTURO SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Domani, martedì 25 marzo, alle ore 19.00, nella la sala “Beatrice Romita” presso la sede della Polizia Municipale di Modugno, si terrà l’assemblea pubblica per la presentazione del “Piano Industriale per la gestione associata dei rifiuti urbani nell’ARO BARI 2″. All’incontro sarà presente il dott. Tornavacca, consulente incaricato dal Comune di Modugno dello studio del futuro servizio di gestione dei rifiuti e della redazione del Piano Industriale, il quale, con il Sindaco Nicola Magrone e l’assessore all’Ambiente Tina Luciano, illustrerà a beneficio della cittadinanza sistemi e modalità della nuova raccolta differenziata a cui va incontro il Comune di Modugno insieme con gli altri Comuni dell’ARO (Ambito di Raccolta Ottimale).

Si potranno così cominciare ad apprendere le importanti novità dell’immediato futuro in materia di rifiuti urbani, per una responsabilizzazione collettiva verso il percorso che dovrà portare al traguardo “Rifuti Zero”. Per la buona riuscita del progetto di prevenzione e riduzione dei rifiuti urbani prodotti, è sollecitata la collaborazione di tutti i cittadini e il coinvolgimento della politica, ragione per cui saranno presenti, nell’Assemblea, anche gli amministratori della città, i consiglieri comunali e le associazioni della Consulta per l’Ambiente.

Il Piano Industriale è stato adottato dai sette Sindaci dell’ARO il 6 marzo scorso e diffuso attraverso i siti istituzionali dei vari Comuni interessati affinché, consentendo a tutti di prenderne visione, prendesse avvio un’adeguata e fondamentale campagna di comunicazione e per permettere, al contempo, una discussione nelle sedi istituzionali competenti in questioni ambientali. Lo stesso Piano dovrà, quindi, essere approvato dai rispettivi Consigli Comunali – quello di Modugno si celebrerà il prossimo 31 marzo. Contestualmente a questa fase, l’ARO, a seguito di indicazione democraticamente espressa dai Sindaci membri, ha individuato il sistema di scelta del contraente, ha cioè determinato il tipo di gara d’appalto da porre in essere per l’affidamento del servizio di spazzamento e raccolta (l’opzione scelta è stata l’offerta economicamente più vantaggiosa) e si sta procedendo alla predisposizione di tutti gli atti di gara.

Lascia una risposta