EX-OM CARRELLI, MAGRONE INCONTRA L’AZIENDA INCARICATA DELLA REINDUSTRIALIZZAZIONE

SCHIARITA ALL’ORIZZONTE PER 200 LAVORATORI

Il Sindaco di Modugno: “Nel progetto di riconversione del sito noi Comune di Modugno siamo costituiti come attori importanti non solo perché ospiteremo sul nostro territorio la Tua Autoworks ma soprattutto perché svolgiamo per contratto un ruolo in difesa del posto di lavoro di 200 operai. Oggi con la società americana, che ha anche fatto visita al sito produttivo ex Om, abbiamo fatto il punto della situazione e possiamo quindi affermare che si intravvede un esito positivo della lunga e faticosa vertenza. Delle tre condizioni poste dal Ministero dello Sviluppo Economico per sostenere ‘Tua’ nel progetto di riconversione, una già c’è (la capitalizzazione della società a garanzia del finanziamento), per l’altra, cioè che l’azienda abbia la disponibilità del capannone, è proprio il Comune di Modugno a svolgere un ruolo attivo e possiamo dire che c’è l’intesa tra comune e azienda sulla formula che più garantisce i lavoratori: appena il comune sarà in possesso dello stabilimento lo darà in affitto alla ‘Tua’ per consentirle di avviare la riconversione, per poi cederglielo definitivamente solo quando si avrà la garanzia della riassunzione dell’intera manodopera. Resta dunque da attendere solo il soddisfacimento dell’ultima condizione, l’omologazione dell’auto che ‘Tua’ intende produrre. Ci auguriamo che tutto proceda speditamente.”

Modugno, 28 luglio 2016 – Presso il Palazzo del Municipio si è svolto un incontro tra l’amministrazione modugnese e il management di ‘Tua Autoworks’. L’occasione è stata propizia per fare il punto della situazione su progetto di riconversione del sito ex-Om Carrelli e per fare una ricognizione dei passi ancora da compiere nell’ambito dello stesso progetto.

Soddisfatta la prima delle tre condizioni poste da Invitalia per giungere alla reale erogazione dei finanziamenti al soggetto investitore ‘Tua Autoworks’ (la società ha effettuato la capitalizzazione richiesta a garanzia del finanziamento), ecco lo scenario futuro discusso durante l’incontro.

Nei prossimi giorni si dovrà concludere la sottoscrizione del Contratto di Sviluppo tra ‘Tua’ e Invitalia. Dalla quale conseguirà, come da accordi stipulati col Protocollo d’Intesa, l’attuazione dello schema triangolare del passaggio dello stabilimento ex-Om Carrelli: il Comune di Modugno acquisisce gratuitamente la proprietà dello stabilimento da Kion, per mettere lo stesso stabilimento nella disponibilità di ‘Tua Autoworks’ con la formula della locazione con patto di futura cessione. Il Comune di Modugno, cioè si limiterà sulle prime ad affittare il capannone alla ‘Tua’ in modo da permetterle di avviare il progetto industriale (produzione di auto di fascia C, low cost di medie dimensioni, carrozzeria con componenti in plastica). Nel contratto di locazione il Comune di Modugno chiederà la corresponsione di un canone pari alla perdita di gettito Imu che si verificherà dal momento in cui il Comune diventerà proprietario dello stabilimento. (Una delle condizioni poste dal Comune di Modugno per la partecipazione all’accordo è infatti che l’operazione non abbia costi a carico del bilancio comunale). La cessione definitiva avverrà, come chiesto dal Comune di Modugno e come fissato nel Protocollo d’Intesa, solo quando la ‘Tua Autoworks’ avrà mantenuto l’impegno della riassunzione dell’intera manodopera ex-Om Carrelli, di concerto con i sindacati.

Previsto infatti per settembre l’accordo sindacale che definisce modalità e procedure di riassunzione dei lavoratori ex-Om Carrelli. Dopodiché Tua Autoworks’ potrà avviare il progetto industriale e ricollocare progressivamente al lavoro gli operai con contratti di formazione finanziati dalla Regione e con formule che garantiscano la continuità di reddito dei lavoratori. La forza lavoro sarà inizialmente impegnata nella realizzazione del prototipo dell’autovettura che dovrà ottenere l’omologazione.

Con la disponibilità del compendio produttivo e sulla base degli accordi sindacali, ‘Tua Autoworks’ potrà quindi perfezionare la proposta di assunzione dei lavoratori, soddisfacendo in tal modo la condizione posta dal Comune di Modugno per poter procedere alla cessione definitiva del compendio. Nel frattempo ‘Tua Autovorks’ dovrà avere ottenuto l’omologazione dell’auto, terza e ultima condizione posta da Invitalia.

Lascia un commento