I primi sette mesi dell’amministrazione guidata da Magrone, all’insegna della testimonianza assidua e della pratica minuta della legalità

foto per rivista2TEMPESTIVITÀ NELL’AGGREDIRE I PROBLEMI COME ECOFUEL E TARES, RAPIDO COMPLETAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI, RIDUZIONI IRPEF, CASE POPOLARI, PIANO INDUSTRIALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA, DESTINAZIONE A VERDE DELLA EX CEMENTERIA, IL RITORNO DELLA CULTURA A MODUGNO

 

  • Il 24 giugno 2013, a soli dieci giorni dall’insediamento ufficiale del Sindaco, la Giunta Comunale è nominata e la sua composizione segue il criterio della non compromissione con le precedenti amministrazioni. La rapida formazione dell’organo di governo della città risulta essere quanto mai determinante per affrontare la prima grande questione che si presenta a questa amministrazione, l’Ecofuel. Ai primi di luglio è in scadenza il termine entro il quale è consentito ai soggetti portatori di interessi presentare osservazioni alla proposta di intervento della Ecofuel Apulia srl per la realizzazione di un impianto di depolimerizzazione della plastica per la produzione di liquido combustibile ecologico, da realizzarsi a Modugno in zona ASI. La sollecitudine con cui si forma la Giunta consente ciò che altrimenti non si sarebbe potuto fare in alcun modo solo qualche giorno dopo, e cioè l’adozione del primo atto (delibera di G.C. n.1), il 3 Luglio 2013, con il quale si presentano le osservazioni e il parere sfavorevoli in ordine alla proposta di insediamento di Ecofuel, richiedendo contestualmente, alla Regione Puglia, l’assoggettamento a procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) dell’impianto in questione. Se tra proclamazione del sindaco e la nomina della Giunta fossero passati i tempi che abbiamo imparato a conoscere dalle amministrazioni precedenti, nulla e nessuno avrebbe potuto contrastare Ecofuel.
  • Con la prima seduta del Consiglio Comunale (25 luglio 2013), trasmesso per la prima volta in diretta streaming, viene eletto il Presidente del Consiglio. L’elezione del Presidente del Consiglio nella prima assemblea consiliare costituisce un fatto senza precedenti nel Comune di Modugno. Formazione di Giunta e Presidenza del Consiglio rientrano nell’ottica di un rapido completamento degli organi istituzionali affinché questi siano da subito nella pienezza della loro funzionalità. Difatti, anche le commissioni consiliari, tra gli organismi collegiali ritenuti indispensabili, sono costituite celermente (delibera n.18 del 28/10/2013) e dopo di ciò anche la Consulta per l’Ambiente può funzionare correttamente.
  • Tra i primi importanti provvedimenti dell’amministrazione, l’ordinanza di chiusura di un canile abusivo e la sospensione del trasferimento di aule e strutture della scuola F. d’Assisi presso la struttura G. Rodari. Con quest’ultima, l’amministrazione annulla così gli effetti di una discutibile delibera commissariale, causa di malcontento e proteste tra i genitori degli alunni, la quale aveva disposto il trasferimento della scuola per far posto, nell’immobile, a uffici comunali. Altra modifica di decisioni commissariali, la deliberazione di G.C. N. 13 del 09/09/2013, in fatto di programmazione triennale del fabbisogno del personale e piano occupazionale 2013, con la quale si procede alla ottimizzazione delle risorse sulla base del bilancio previsionale 2013 e del bilancio pluriennale 2013-2015, per il migliore funzionamento dei servizi nel rispetto delle disposizioni del patto di stabilità interno, ottemperando al principio di riduzione della spesa del personale.
  • In estate fa irruzione la Tares, la nuova imposta sui rifiuti e sui servizi che, tra bassa raccolta differenziata, regolamento adottato dal commissario Magnatta a maggio e nuove modalità di calcolo, comporta sensibili aumenti di imposta e sconcerto tra i cittadini. L’esosità della Tares si presenta come odiosa vessazione sulle famiglie. L’amministrazione Magrone, non responsabile né del tributo né della sua entità, si impegna da subito a farne una tassa più equa e tollerabile. Il 7 settembre si tiene un  un Consiglio Comunale per esaminare il regolamento del tributo nel territorio di Modugno, adottato con deliberazione commissariale n. 50/2013 e successiva determinazione delle tariffe relative, per l’anno 2013. In aula sono illustrate le proposte di esenzioni e agevolazioni, elaborate dalla giunta Magrone e poi condivise dai consiglieri di maggioranza e opposizione con un atto di indirizzo approvato all’unanimità. Tra le novità introdotte, esenzioni per i redditi sino a 8.000 euro,  agevolazioni  per nuclei familiari su fasce di reddito che vanno da 8001 a 15.000 euro, la riapertura dei termini per la presentazione di istanze di esenzione e di agevolazioni, proroga del termine ultimo della prima e della seconda rata (nonché del versamento dell’importo complessivo dovuto) viene prorogato al 30 novembre, ossia entro il termine del versamento della terza rata. All’esito di tale Consiglio per il Sindaco è possibile affermare: “Abbiamo messo mano alla Tares per ridurne gli effetti devastanti su famiglie, artigiani e imprese. Abbiamo per questo, come amministrazione, previsto graduazioni e ampliamenti di esenzioni ed agevolazioni, ma tutti dobbiamo essere consapevoli che si tratta di attenuazioni e aggiustamenti”. (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 25/09/2013).
  • Riunitosi, il 18 novembre per la determinazione delle aliquote IRPEF e IMU, il Consiglio Comunale ha approvato una riduzione di imposta per circa 100.000 euro sull’addizionale comunale IRPEF (Delibera consiliare n. 23 del  18/11/2013). Con decorrenza 1/1/2012 è applicata nel Comune di Modugno, a norma del D.L. 201/2011 e successive modificazioni ed integrazioni, l’Imposta Municipale Propria Sperimentale. Le aliquote afferenti l’Imposta Municipale Propria Sperimentale, per l’anno 2013, sono determinate come segue: Aliquota Ordinaria 1,04%; Aliquota abitazione principale 0,30%; Aliquota fabbricati rurali ad uso strumentale 0,20%. Lo sgravio complessivo prevede l’esenzione totale (Delibera consiliare n. 24 del 18/11/201) dall’addizionale per quei redditi che sono da considerarsi al di sotto della soglia di sopravvivenza (fino a € 36.000), e opera un dimezzamento sulle aliquote dei primi scaglioni relativamente a redditi immediatamente superiori a 36.000 euro. Questa manovra fiscale è molto importante per Modugno poiché il risultato delle sensibili diminuzioni Irpef è raggiunto nonostante riduzioni dell’ultima ora sui trasferimenti del governo centrale, decisivi, questi, per il rispetto del patto di stabilità e per l’equilibrio di bilancio. Pe tutti i primi dieci mesi dell’anno 2013 vi è stata costante incertezza sull’entità di questi trasferimenti e che lo Stato ha ulteriormente differito al 30 novembre il termine ultimo per l’approvazione del bilancio di previsione 2013, far quadrare i conti in tempi così stretti non era affatto semplice.
  • I provvedimenti dell’Amministrazione su Tares e Imu permetteranno a inizio 2014, quando le cronache raccontano di caos e panico tra i contribuenti per il versamento di quote aggiuntive di imposta, di evitare alla popolazione modugnese il cosiddetto ingorgo fiscale. La mini-IMU sulla abitazione principale, infatti, non riguarda il Comune di Modugno. Mentre sono invece 2.300 i Comuni italiani interessati dall’obbligo del versamento che va sotto il nome di mini-IMU. A Modugno, dove si applica l’aliquota ribassata dello 0.30%, il proprietario dell’immobile adibito ad abitazione principale non deve temere alcuna brutta sorpresa, in quanto nulla di più è dovuto rispetto a quanto già eventualmente versato entro nel 2013.
  • Con la delibera n. 13 del 18/09/2013 il C.C. conferisce la cittadinanza onoraria a Besnik Sopoti. Un gesto simbolico a favore di Besnik Sopoti, pittore, scrittore ed artista risiedente a Modugno dal 1991 ma che fino ad oggi non è riuscito ad ottenere la cittadinanza italiana a causa dei residui effetti delle leggi razziali. Nel caso di Besnik Sopoti, nato prima dell’entrata in vigore della Costituzione italiana,  vale ancora una legislazione discriminatoria. Il riconoscimento che il Comune di Modugno intende attribuirgli è giustificato dall’elevato valore morale ed umano del sig. Sopoti, anche in considerazione delle sue radici italiane. Testimone del valore morale, sociale e politico dell’identità nazionale, intellettuale libero e indipendente, vittima della violenza razziale negli anni della barbarie totalitaria e dopo. Cittadino vero ed esemplare di Modugno che lo riconosce come uno dei suoi figli più miti nelle relazioni sociali e più inflessibili nella difesa della democrazia e della libertà“, dice il Sindaco Magrone di Besnik Sopoti.
  • Dopo molti anni, con l’inaugurazione del 7 ottobre, riapre a Modugno l’asilo nido comunale, con sede ampliata e ristrutturata in via Verdi, grazie alla determinazione dell’assessorato alla Pubblica Istruzione. Al termine dei lavori (durati tre lunghi anni)  di ristrutturazione, ampliamento ed adeguamento agli standard regionali, finalmente partono le attività educative che vedono coinvolte 5 educatrici all’infanzia per 32 bambini suddivisi in 3 aule in base alle diverse fasce d’età. Inoltre, nella nuova struttura sono stati realizzati diversi angoli ricreativi: l’angolo della lettura con libreria e divanetti, l’angolo musicale, l’angolo del fruttivendolo, l’angolo della cucina, l’angolo degli attrezzi da lavoro, l’angolo dei travestimenti. Le stanze, che accolgono i bambini nelle diverse fasce di età, nonché piccoli, medi e grandi, vedranno al loro interno anche angoli dedicati alla psicomotricità. Una ricca offerta educativa per la crescita serena del bambino.
  • Case popolari a Modugno. Ponendo termine a un blocco delle graduatorie delle case popolari durato ben 23 anni e che ha escluso lungamente le giovani famiglie dalla possibilità di avere una casa popolare, finalmente un bando di concorso per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (bando n. 1/2013), e una nuova graduatoria. E’ la prima volta che accade a Modugno dal 1990. Il concorso riguarda gli appartamenti che via via si liberano; il risultato è significativo perché conseguito grazie all’avvio di controlli compiuti per impedire che le case popolari siano appannaggio di chi non ne ha diritto. Inoltre, sono già individuate aree nelle quali costruire nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica: l’assessore ai lavori pubblici, Agostino Romita, nel frattempo sta sollecitando l’Iacp (Istituto autonomo case popolari) a realizzare nuove case da mettere a disposizione dei cittadini meno abbienti. “Atto che  testimonia di una politica di legalità”, dice il Sindaco Nicola Magrone. “Una graduatoria tenuta bloccata per 23 anni, dove l’ultimo assegnatario risulta essere un novantenne, snatura la funzione dell’edilizia pubblica, funzione che è anche quella di agevolare i giovani: in questa città, invece, si vede bene, generazioni intere sono rimaste escluse dalla possibilità di avere una casa popolare. Sarà interessante anche capire le ragioni che hanno determinato questo lungo stop”. In un momento di difficoltà economiche crescenti per le famiglie, in una situazione in cui l’impoverimento, a causa della perdita del lavoro e della disoccupazione, assume tratti drammatici, lo sblocco delle graduatorie per le case popolari segna un primo, fondamentale, traguardo per una maggiore giustizia sociale in città. Il passo successivo è la realizzazione di nuove case popolari su aree già individuate e già nella disponibilità del Comune di Modugno.
  • AMBIENTE. Grande sforzo dell’assessorato che segue, in rappresentanza di Modugno quale Comune Capofila, la realizzazione dello storico progetto di una nuova gestione unificata (Ambito Raccolta Ottimale, ARO), del servizio rifiuti: il passaggio al “porta a porta” per una raccolta differenziata spinta. Il Piano Industriale è ultimato, resta solo da completare la fase del recepimento da parte degli organi consiliari e l’elaborazione del bando di gara per l’assegnazione del servizio. Nel frattempo sono allo studio soluzioni di potenziamento della raccolta differenziata nell’ottica di una campagna di sensibilizzazione che agevoli il passaggio definitivo all’era del “porta a porta”.
  • Torna finalmente la cultura a Modugno con iniziative di qualità. L’assessorato alla Cultura organizza la rassegna USCITE DI SICUREZZA, portando a Modugno figure di rilievo nazionale (scrittori, musicisti e “alcuni dei più sensibili analisti del nostro tempo”) per un ciclo di incontri nei quali si dibatte attorno a libri di narrativa e opere saggistiche. Modugno ha avuto l’opportunità di conoscere, tra gli altri, l’antropologo e architetto Franco La Cecla, i filosofi Augusto Ponzio e Ottavio Marzocca, il Maestro di musica Franco Scagliola. Serata conclusiva con il seminario dedicato a Silone, con il Sindaco Magrone (profondo conoscitore dell’opera siloniana) e l’attore Paolo Panaro. Nelle parole dell’assessore alla Cultura Franco Taldone, prima che iniziative culturali queste sono iniziative “vitali”.
  • Il Consiglio Comunale del 23 Gennaio segna una svolta storica, in termini di civiltà e di cultura, per la città di Modugno. Una mozione presentata dalla maggioranza viene poi approvata all’unanimità dai consiglieri comunali. La mozione dice che l’area della ex-cementeria deve essere destinata a verde, parco pubblico, e che tale scopo deve essere raggiunto tramite la completa bonifica dall’amianto e con l’adozione di una variante al Piano Regolatore. La storica battaglia del Sindaco e del suo movimento politico, consegue il suo primo successo.

GLI ALTRI PROVVEDIMENTI

LAVORI PUBBLICI

  • Con delibera del 29/07/2013 (n. 14), si provvede a mettere in sicurezza il fabbricato di Via Cerri, nel centro storico, con affidamento diretto per la somma gravità e urgenza della situazione in cui si trova l’edificio e considerato che ogni ulteriore ritardo aggrava l’entità del danno e il pericolo per la pubblica e privata incolumità.
  • Il 16 settembre 2013 viene comunicato l’affidamento della progettazione definitiva per la riqualificazione di Corso Umberto I.
  • Il 30 settembre 2013 è già espletata e aggiudicata la gara per l’affidamento dei lavori di riqualificazione urbana di aree degradate presso Quartiere Cecilia. Il cantiere è aperto.
  • Accorpamento del demanio stradale. Con delibera del C.C. 23-01-2014, l’Ente acquisisce al demanio stradale terreni (spesso si tratta di vicoli, strade, piazze) di proprietà privata ma di uso pubblico ininterrotto da oltre vent’anni. Sovente, privati cittadini neanche sanno di essere i legittimi proprietari delle aree in questione, a causa del consolidato asservimento all’uso pubblico. In questi casi, la facoltà di disporre la modifica della natura giuridica da proprietà privata a pubblica, è prevista dalla legge ed è a titolo gratuito.
  • Trasporti pubblici. Miglioramenti dei collegamenti del servizio pubblico urbano di trasporti tra il centro cittadino e i quartieri più periferici. L’Assessore ai Lavori Pubblici di Modugno, Agostino Romita, annuncia che il servizio pubblico urbano, di competenza del Comune di Modugno, subirà variazioni di esercizio al fine di migliorare il collegamento tra Campolieto (quartiere residenziale a pochi chilometri da Modugno) e il centro cittadino modugnese. Allo stesso tempo, l’assessore si è attivato per ottenere dalla Regione (interlocutore per il servizio di trasporto pubblico extraurbano) variazioni al programma di percorsi e orari delle linee extraurbane delle FAL, in favore degli abitanti di Campolieto, con la predisposizione di capolinea di partenza e di arrivo per alcune corse FAL, nei piazzali di Campolieto e la previsione di fermate aggiuntive, negli stessi piazzali.
  • Il C.C. del 28 Novembre approva il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e l’elenco delle opere del 2013. La nuova amministrazione ritiene opportuno reinserire nell’elenco triennale delle OO.PP. gli interventi di Project Financing (investimenti con capitale privato) che erano stati precedentemente esclusi (Parcheggio Direzionale, Uffici comunali e parcheggio villa comunale).

SERVIZI SOCIALI

  • Partito The social factory, progetto sostenuto dal Comune di Modugno che vede coinvolti il Ser.T. ASL BA e l’associazione di volontariato CAMA LILA (Centro Assistenza Malati Aids – Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids), finalizzato alla realizzazione di un “Centro territoriale polivalente per attività di riabilitazione dei tossicodipendenti e di promozione della salute per adolescenti e giovani”. L’iniziativa, nata nell’ambito sociale BA10, nel quale rientrano i comuni di Modugno (capofila) Bitetto e Bitritto. The Social Factory, rientra nell’area di intervento dedicata alla reinclusione sociale di persone affette da dipendenze patologiche, alla prevenzione degli stati di dipendenza e alla promozione della salute tra i giovani.
  • Affidato, con aggiudicazione definitiva,  il servizio di Assistenza Domiciliare Educativa (ADE) alla Soc. Cooperativa Sociale “Il Sipario” di Gravina in Puglia (BA).
  • Riavviati i Tavoli tematici nell’iter per la presentazione, entro il 14 dicembre 2013, del Piano di Azione e Coesione Infanzia/Anziani e il Piano Sociale di Zona per il triennio 2014-2016. Larga partecipazione ai Tavoli di sindacati, associazioni, cooperative, scuole, distretto socio-sanitario, Centro Salute Mentale, Servizio per le Tossicodipendenze, consultori, con la costante presenza dell’Assessorato, al fine di individuare criticità (dell’Ambito e dell’utenza), necessità e bisogni delle diverse fasce di fragilità.
  • Assegno di Cura per le non autosufficienze e nuove povertà. Varato il sostegno economico a favore dei nuclei familiari e dei care gaver privati (coloro che si occupano dell’assistenza continuativa e della cura a domicilio delle persone non autonome) con determina n. 986 dell’11 dicembre 2013. L’Assegno di Cura, pari a un importo complessivo di € 374.218, 93, è erogato a 67 famiglie di Modugno. Sono trentacinque i soggetti beneficiari tra i residenti modugnesi, i quali beneficiano di somme pari a € 6.000 in ben trentadue casi. Il contributo economico in oggetto inerisce alla seconda annualità dell’Assegno di Cura, il cui finanziamento da parte della Regione Puglia è stato stanziato già nel 2008, il relativo Avviso Pubblico, rivolto agli interessati, emesso nel 2010, mentre la graduatoria definitiva degli aventi titolo è stata approvata solo lo scorso 01/07/2013.

 ISTRUZIONE-CULTURA

  • Buoni Libro. Liquidate somme per 1500 euro in buoni libro per il 2013, da Gennaio 2014 sono in distribuzione i nuovi buoni libro per gli studenti aventi diritto, residenti in questo Comune che frequentano scuole dei Comuni limitrofi. Risultando insufficiente rispetto alla richiesta, l’assegnazione della somma regionale, l’amministrazione dichiarando la propria volontà di incrementare l’importo per l’assegnazione dei buoni libro, approva in giunta apposito “prelevamento dal fondo di riserva”.
  • Approvate in settembre le tariffe servizio trasporto e mensa, con una riduzione del costo del pasto.
  • Bando di gara e a affidamento del servizio trasporto scolastico alunni elementari e medie dal 02//12/2013 al 07/06/2014. Bando di gara e affidamento servizio mensa scolastica elementari e medie dal 16/12/2013 al 30/05/2014.
  • ADOZIONE PIANO COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO – ANNO 2014. Il Piano Comunale per il Diritto realizza obiettivi di rimozione degli ostacoli alla piena fruizione del diritto allo studio per favorire lo sviluppo umano, culturale e sociale. Obiettivi il cui raggiungimento è incoraggiato dalla Regione Puglia con interventi diretti di finanziamento.
  • Manifestazioni estive: Per la programmazione estiva del “Costa dei Trulli ON TOUR 2013″, patrocinato dalla Provincia di Bari, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Modugno promuove, per il mese di luglio, due spettacoli teatrali per piccoli e grandi spettatori. Il 26 luglio, in piazza del Popolo, sul sagrato della Chiesa Matrice, di fronte al Municipio, la compagnia “Espressioni Contemporanee”, con la regia di Alfredo Vasco, mette in scena una versione fiabesca del FLAUTO MAGICO di Mozart. Il 30 Luglio sempre sul sagrato di piazza del Popolo, il Granteatrino di Paolo Comentale, l’attore e pittore veronese Gianni Franceschini e il regista Vincesco Todesco mettono in scena La tempesta di Shakespeare. Il 2 settembre, nel cortile della scuola “De Amicis” di Modugno, su iniziativa del Comune, la compagnia teatrale “Teatroscalo” mette in scena una replica del monologo “Muccia”. Scritto e diretto da Michele Bia e recitato da Franco Ferrante. L’11 Settembre, nel centro storico di Modugno in piazza s. Caterina, intorno alla fontanina, incontro tra piccoli, disegnatori, un creatore di ombre cinesi, un’animatrice di letture, suonatori di strada e Guido Corazziari.
  • Rassegna cineletteraria in collaborazione con Fidapa.
  • Per il periodo natalizio; FESTA D’INVERNO 2013-2014 e “Illuminazioni”, con la  collaborazione di associazioni e di consulenti attivi sul territorio della provincia barese, una serie di attività in diverse aree cittadine, con lo scopo di favorire l’animazione sociale e culturale nel periodo natalizio: concerti di Erica Mou, Luca Basso, Fabrizio Piepoli, Roberto Ottaviano e Nando di Modugno; interventi su aree urbane degradate con azioni di guerrilla gardening e street art; villaggio di Babbo Natale, teatro dei burattini e spettacolo di ombre cinesi.
  • Papavero e Memoria : ciclo di incontri per il periodo della Memoria con concerto Mirko Signorile e Giovanna Carone, , Fratel MichaelDavide Semeraro autore di un volume sulla deportata Etty Hillesum .
  • Augusto Ponzio presenta il cartone animato “Angelina” per riflettere sui linguaggi verbali e non verbali.

NOMINE SINDACALI

  • Nominati con provvedimento sindacale il nuovo Segretario Generale del Comune, il nuovo Comandante dei Vigili Urbani, la nuova Responsabile del Servizio Urbanistica.

Lascia una risposta