IL SINDACO MAGRONE HA PRESENTATO LA NUOVA GIUNTA COMUNALE

SCELTE FATTE SOLO BADANDO ALLE COMPETENZE
PER PORRE RIMEDIO AI PROBLEMI PIU’ PESANTI DELLA COMUNITA’
giunta comunale

“Perseguiremo fino in fondo le linee programmatiche che sin dal 2013 restano qualificanti della nostra compagine di governo: l’equità fiscale, la gestione di quel cambiamento epocale che è l’introduzione di una vera raccolta rifiuti differenziata, il serrato controllo sul molesto fenomeno delle emissioni Tersan che provocano tanto disagio ai cittadini di Modugno, il definitivo ritorno nel centro di Modugno della Fiera del Crocifisso, un sostegno sempre più adeguato a ceti deboli che tanto soffrono le conseguenze di una crisi economica che non si allontana”. Cosi’ il sindaco di Modugno, Nicola Magrone, rieletto tre settimane fa, ha presentato ai giornalisti i componenti della nuova giunta chiamata a portare fino in fondo le scelte già operate nella prima amministrazione Magrone e per trovare soluzioni alle questioni più complesse della città.

“E’ una giunta pensata e composta – ha dichiarato Magrone – con riguardo esclusivo al criterio della utilità e della funzionalità delle nomine rispetto alle deleghe loro assegnate. Nessuna spartizione di poltrone, nessun riguardo per appartenenze o schieramenti, solo attenzione a competenze per dare anche a Modugno una apprezzabile qualità della vita. Aggiungo che questa amministrazione sarà orgogliosa di ricevere proposte, sia dall’opposizione sia dalla comunità e dai singoli cittadini, che vorranno porre rimedio ai problemi più pesanti della città”.

E’ composta da sei assessori, per il momento, sui sette possibili, la giunta presentata oggi, 8 luglio, nel Palazzo Comunale, dal Sindaco Magrone: Antonio ALFONSI (35 anni, educatore professionale) con deleghe a Politiche giovanili, culturali e dello sport – Rapporti con l’associazionismo e il volontariato – Marketing territoriale; Leonardo BANCHINO (56 anni, commercialista) con deleghe a Bilancio e programmazione economica – politica fiscale – controllo della spesa – Personale; Francesca BENEDETTO (37 anni, avvocato) con deleghe a Pianificazione del territorio e tutela del paesaggio – Edilizia privata – Contenzioso – Ad interim: Lavori pubblici, Viabilità; William FORMICOLA (48 anni, dipendente Ufficio Personale Comune di Bari) con deleghe a Attività produttive – Beni culturali – Polizia municipale – Protezione civile – Mobilità; Tina LUCIANO (50 anni, imprenditrice) con deleghe a Politiche per la tutela dell’ambiente – Ecologia – Salute pubblica – Diritti degli animali – Presidenza Assemblea ARO – Raccolta differenziata; Rosa SCARDIGNO (34 anni, psicologa e docente di psicologia dell’educazione Università della Basilicata) con deleghe a Politiche sociali, diritto allo studio e dispersione scolastica – Piano sociale di zona – Coordinamento istituzionale Ambito BA/10.

 “Con le riconfermate nomine di Banchino, Luciano e Scardigno – ha spiegato Magrone – è assicurata la continuità dell’azione amministrativa attuata nella stagione 2013-2014, riconosciuta come buona e premiata dai cittadini modugnesi che hanno voluto la nostra rielezione. Alle loro competenze specialistiche e a quelle dei tre nuovi assessori  (Benedetto, Formicola e Alfonsi) è affidata la gestione di questioni che restano complesse sul territorio, come la vicenda urbanistica, e la rivitalizzazione economica e culturale della nostra comunità”.

Lascia una risposta