INTERVENTI DI BONIFICA SU DISCARICHE ABUSIVE. IL COMUNE RIMUOVE I RIFIUTI E RISANA I SITI

Rimosse 867 tonnellate tra rifiuti speciali pericolosi, ingombranti, materiale di demolizioni e altro, su un’area complessiva di 1292 metri quadri. Questi i numeri dell’operazione che il Comune di Modugno ha appena concluso, intervenendo su otto discariche abusive disseminate nella immediata periferia della città…

Contrada Spignardi, prima …Immagine 006Immagine 007

 
 
 
 
 
 
 
 
 
   … e dopo l’intervento del Comune

Immagine 024Immagine 032

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rimosse 867 tonnellate tra rifiuti speciali pericolosi, ingombranti, materiale di demolizioni e altro, su un’area complessiva di 1292 metri quadri. Questi i numeri dell’operazione che il Comune di Modugno ha appena concluso, intervenendo su otto discariche abusive disseminate nella immediata periferia della città.
 
Gli interventi di bonifica attivati dal Servizio Ambiente del Comune di Modugno hanno risanato svariate aree pubbliche, molte delle quali di particolare interesse naturalistico, sfregiate dall’inciviltà e dal malcostume di chi pratica l’abbandono dei rifiuti.
 
strada vicinale La Pigna, prima … e dopo l’intervento del Comune
Immagine 014 Immagine 020
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ben otto le discariche abusive oggetto dell’operazione con la quale si è provveduto alla rimozione di rifiuti solidi urbani (ingombranti e durevoli, imballaggi in cartone, legno e plastica), rifiuti speciali pericolosi (amianto, pannelli di coibentazione, residui di combustione), materiali di demolizione e scavo, per un totale complessivo di 867 tonnellate. L’azione su ciascuno dei siti da bonificare si è svolta in due fasi: la prima, specifica, per la corretta rimozione dell’amianto ivi presente, la seconda per la rimozione dei rifiuti e il completo risanamento dell’area.
Ripulite, dunque, zone periferiche, prevalentemente di campagna, molte delle quali note per il pregio naturalistico e culturale che presentano, si pensi ad esempio alla “strada vecchia di Balsignano” nei pressi dell’ex bosco “Colavecchio”.
Immagine 018
 Le altre aree bonificate: strada comunale Fondo La Cornola, il tratto terminale di via Piave, strada comunale “Spignardi”, via Vecchia Palo, strada comunale “La Rotonda”, strada comunale Banchetto-Calabrese, strada comunale “La Pigna”.
 
via Vecchia Palo, prima … e dopo
Immagine 004Immagine 036
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
Le bonifiche in questione sono state finanziate con fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia con Delibera di Giunta Regionale del 2012 “Linea di Azione 1 – Risanamenti aree pubbliche attraverso operazioni di rimozione di rifiuti” e il Comune di Modugno vi ha partecipato con una quota di cofinanziamento pari a 15.000 euro (il 30% sul costo dell’intero intervento).
 
L’Amministrazione Comunale ora intensificherà i controlli sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti (che oltretutto costituisce violazione del codice penale), anche per non vanificare il lavoro appena fatto, e, ricorda a tutti i cittadini che la tutela del territorio sotto il profilo igienico-sanitario e ambientale è una responsabilità che ricade anche su di loro. Il rispetto dell’ambiente e il corretto smaltimento dei rifiuti sono regole basilari di civiltà alle quali non è più pensabile sottrarsi.
 
prolungamento di Via PiaveImmagine 021Immagine 022

Lascia una risposta