L’ANNO DEL CAMBIAMENTO CON MAGRONE SINDACO – MODUGNO RIPARTE DA QUI

COPERTINA FASCICOLO

Difesa del lavoro (OM in testa), della salute e dell’ambiente, più verde, riassetto urbanistico, equità fiscale, priorità dei quartieri, eventi culturali, lotta alle nuove povertà, più controlli della qualità dell’aria, contrasto alle emissioni ‘odorigene’, riorganizzazione degli uffici, lotta agli sprechi, taglio delle spese di gestione, appalti finalmente trasparenti. Con le numerose iniziative messe in campo, sono emersi con chiarezza in pochi mesi i connotati di un’Amministrazione che vuole una città pulita, ordinata, verde, fondata sulla certezza della legalità. (scarica qui il fascicolo ‘L’ANNO DEL CAMBIAMENTO’)

Contro i tentativi di ritorno al passato
MODUGNO, con MAGRONE, riparte da qui.

Tanti, anche a Modugno ormai, non sopportano più arroganza e ostentazione di potere. Ci vuole un’aria più libera, c’è la possibilità di una rivolta democratica con alla testa la Costituzione, che oggi tutti vogliono cambiare ma noi no perché è un patrimonio fondamentale, avuto nel sangue e strappato con i denti. Sarebbe bello riuscire a
compiere l’opera di fare Modugno paese della legalità costituzionale: un paese dove si è corretti, affettivi, socievoli, senza violenze, caritatevoli ma anche severi nella richiesta dell’adempimento dei doveri. Modugno – io credo – si merita questo” (Nicola Magrone).

La città di Modugno ha avuto con Nicola Magrone l’opportunità di invertire una storia di anni e anni di decadenza, malcostume e malaffare. Cambiare questa storia pesante non è facile e, per farlo, occorre almeno un po’ di tempo. Il Sindaco Magrone ha avviato il
cambiamento ma ha avuto a disposizione solo un anno. Nonostante questo, ha messo in campo una vera e propria rivoluzione, per fermare la quale 13 consiglieri comunali
sono arrivati a dimettersi, facendo così sciogliere consiglio e amministrazione.

Lo hanno fatto perché tutto tornasse com’era.
Con i soliti affari, sprechi, privilegi e clientele

Col Sindaco Magrone l’anno del cambiamento e della ‘prima volta’

Nel fascicolo che si può scaricare qui, c’è qualche esempio di quanto, per la prima volta, è accaduto a Modugno con l’amministrazione Magrone, in pochi mesi. Le questioni citate sono infatti solo alcune, rilevanti, tra quelle affrontate. Se da agosto 2014 (quando sono stati fatti sciogliere consiglio e amministrazione) non sono ancora state portate a
compimento – o non stanno per essere portate a compimento – la responsabilità appartiene esclusivamente a chi ha voluto fermare il cambiamento. Tra queste pagine ci sono esempi (pochi esempi) di quel che si intende per ‘amministrazione della legalità’ (appalti puliti, tagli agli sprechi e ai privilegi). E anche qualche concreto esempio di ‘controlli di legalità’ su affari alle spalle dei cittadini.

Ecco il link per leggere e scaricare il fascicolo ”Giugno 2013-agosto 2014 L’anno del cambiamento col sindaco Magrone’.

Lascia una risposta