L’indennità del sindaco Nicola Magrone in borse di studio. Venerdì 3 gennaio, l’assegnazione

 Si terrà, venerdì 3 gennaio, presso l’I.T.C. Tommaso Fiore un semplice e festoso incontro per la consegna delle borse di studio agli alunni delle scuole elementari e medie di Modugno.

La costituzione del fondo per le borse di studio è stata resa possibile grazie alla devoluzione di Nicola Magrone dell’intero ammontare dei suoi stipendi 2013, al netto delle tasse, percepiti in qualità di Sindaco di Modugno, così come lo stesso Magrone aveva promesso durante la campagna elettorale della scorsa primavera. La manifestazione del 3 gennaio viene quindi ad essere il momento in cui prende forma l’orientamento del Sindaco e dell’amministrazione a garantire aiuto alle fasce più deboli della popolazione anche attraverso canali mai sperimentati finora.

In anni in cui le campagne contro la casta e i suoi privilegi hanno imperversato senza ottenere alcun risultato, la scelta del Sindaco si concretizzerà il 3 Gennaio nell’Auditorium della Scuola Tommaso Fiore, nel quale si ritroveranno le scolaresche di Modugno.

Le somme e i criteri di ripartizione delle borse di studio sono stati messi a punto da un comitato creato ad hoc dalla fondazione ONLUS POPOLI & COSTITUZIONI che ha agito, naturalmente gratuitamente, con la collaborazione dei dirigenti degli istituti scolastici del territorio. Sono circa 130 gli studenti che si sono messi particolarmente in luce nello scorso anno scolastico. Di questi, i più bisognosi in assoluto riceveranno borse di studio in danaro (trentuno) anche fino a 400 euro, mentre agli altri verranno comunque riconosciute le loro capacità con il conferimento di un premio simbolico e l’assegnazione di un attestato.

Il fondo creato con il versamento del Sindaco resterà costituito anche nel 2014 e per tutta la durata del mandato ed è aperto ai contributi di chiunque trovi importante e giusto incrementarlo.

L’invito a partecipare alla festosa cerimonia del 3 gennaio, è rivolto anche e soprattutto alle famiglie di quegli alunni che non avranno, con ogni probabilità, un premio in danaro, poiché la loro presenza alla consegna delle borse di studio avrebbe un grande significato di testimonianza e di solidarietà a favore di chi si trova oggi in condizioni più disagiate e che, imponendo tali condizioni maggiori sacrifici, riesce comunque a segnalarsi per particolari meriti scolastici.

La premiazione sarà rallegrata da momenti di spettacolo, tra i quali quello del Teatro dei Burattini di Pantaleo Annese. I premi verranno consegnati da personalità delle istituzioni, delle professioni, dell’arte, della Chiesa, della società civile.

La conduzione della serata sarà a cura di Laura Ragno.

Lascia una risposta