MAGRONE, KION CEDA L’AZIENDA AL COMUNE DI MODUGNO. “Se è così ci pensiamo noi, con i lavoratori, a far ripartire la produzione”

index“Se il gruppo tedesco Kion è disponibile a cedere lo stabilimento pugliese di Om Carrelli Elevatori a titolo gratuito, come ha detto oggi il suo manager nella riunione della task force regionale, ceda la fabbrica al Comune di Modugno che favorirebbe subito una cooperazione di lavoratori per far ripartire la produzione e praticare scenari diversi, come già va accadendo altrove, con la buona volontà di tutti e spesso con successo” : lo ha detto il sindaco di Modugno, Nicola Magrone, parlando con i giornalisti a conclusione della riunione della task force della Regione Puglia che ha riunito rappresentanti dell’azienda, di Confindustria, dei sindacati e degli enti locali con l’assessore regionale al lavoro, Leo Caroli.La dichiarazione del sindaco di Modugno è stata  fatta in relazione a quanto ha tra l’altro detto il manager della Om Still del gruppo tedesco Kion, Michele De Vietro: “Se qualcuno vuole l’azienda – ha detto parlando con i giornalisti – siamo disposti a darla anche domattina. Se la Regione Puglia ci chiede a titolo gratuito lo stabilimento, noi domani lo diamo’’.

“E’ una situazione – ha aggiunto Magrone – assai delicata, anche perché l’azienda sostiene che vuole a tutti i costi riprendersi i carrelli già prodotti e custoditi nella fabbrica presidiata da mesi dai lavoratori”. “A proposito dei carrelli, essendosi convenuta nella riunione una sorta di tregua fino al 30 luglio, non sarebbe male che la Om/Kion – ha concluso Magrone – decidesse di lasciare dove sono i carrelli e di lasciarli ai lavoratori che ne sono pure loro proprietari: un significativo gruzzolo per navigare da soli”.

 

Lascia una risposta