MODUGNO, DOPO MOLTI ANNI LA ‘FIERA DEL CROCIFISSO’ TORNA NEL CENTRO CITTADINO

Lo chiedono i cittadini, lo vuole l’Amministrazione Magrone: via la fiera dalla periferia.

Tutto pronto per trasferire il tradizionale appuntamento
di novembre nelle vie centrali della città.f1

Piazza Sedile, Corso Vittorio Emanuele e Piazza Garibaldi costituiranno, dal prossimo novembre, il nuovo sito della Fiera del Crocifisso. Dunque, non più nella sede periferica, eppure problematica, di Via Vigili del Fuoco ma in pieno centro urbano, “come è giusto che sia”, dice il Sindaco Magrone, che aggiunge: “il concetto stesso di fiera è incompatibile con una collocazione periferica. Se la valorizzazione del territorio e delle sue tradizioni non sono formule vuote, la Fiera del Crocifisso deve essere restituita alla sua dimensione più compiutamente cittadina”.

f2La scelta di trasferire la fiera consentirà di portare nel cuore della città un appuntamento annuale dalle dimensioni rilevanti: esposizione e vendita di macchine e attrezzature per l’agricoltura e la zootecnia, piante ornamentali, alberi da frutta, artigianato locale, ferramenta, prodotti alimentari e molte altre categorie merceologiche. Gran parte del merito è del consigliere comunale, con delega “alla valorizzazione del territorio”, Valentina Longo (Italia Giusta Secondo la Costituzione), che ne ha coltivato dapprima l’ipotesi, l’ha studiata e verificata in ogni  suo aspetto con i commercianti, con gli artigiani, con le associazioni di categoria e con gruppi di cittadini (tutti entusiasti della prospettiva che la Fiera torni nel centro dell’abitato), e ne ha infine progettato la fattibilità con l’Ufficio Tecnico e con il Comando dei Vigili Urbani del Comune di Modugno. “Collaborando col Servizio Attività Produttive del Comune – dice la consigliera Longo –, siamo partiti dalla constatazione che l’ubicazione fieristica, dal 2007 ad oggi in via Vigili del Fuoco, benché periferica, presenta non pochi aspetti negativi, come la scarsità delle vie di fuga e il problema dei parcheggi. Inoltre, anche sotto il profilo merceologico, la fiera nel frattempo sembra aver subito un’involuzione e uno snaturamento: troppe e inutili le merci già oggetto di vendita del mercato settimanale. Nel riportarla in centro, quindi, faremo in modo che essa ritrovi buona parte del suo spirito di mostra-mercato per la piccola e media agricoltura e che torni ad essere una festa per i modugnesi”. Per facilitare l’afflusso dei visitatori sono state individuate, nel nuovo progetto, tre aree da adibire a parcheggio, tre angoli della città (via Annibale di Francia, via Salvo d’Acquisto, via Palese) che saranno collegati con il centro fieristico tramite un servizio di bus navetta. Pronta anche la planimetria che assegna i posteggi alle varie categorie degli operatori partecipanti alla Fiera del Crocifisso. La Mostra Collaterale dell’Artigianato locale e dell’Antiquariato, invece, troverà sede in Piazza Capitaneo.f3

L’individuazione di via Vigili del Fuoco, da parte dell’amministrazione comunale del 2007, quale insediamento della fiera, fu motivata dall’obiettivo di ridurre i disagi alla collettività ma il tempo ha dimostrato che il risultato è stato quello di ‘allontanare’ ulteriormente la manifestazione fieristica senza benefici per nessuno. Oggi, invece, con il nuovo spostamento, l’Amministrazione Comunale manifesta la volontà di recuperare anche il valore simbolico della Fiera del Crocifisso, legato a episodi fissati nella tradizione religiosa locale sin dal XVII secolo.

Lascia una risposta