The social factory, presto a Modugno una struttura per il reinserimento sociale di soggetti svantaggiati

Partito The social factory, progetto sostenuto dal Comune di Modugno che vede coinvolti il Ser.T. ASL BA e l’associazione di volontariato CAMA LILA (Centro Assistenza Malati Aids – Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids), finalizzato alla realizzazione di un “Centro territoriale polivalente per attività di riabilitazione dei tossicodipendenti e di promozione della salute per adolescenti e giovani”.

L’iniziativa, nata nell’ambito sociale BA10, nel quale rientrano i comuni di Modugno (capofila) Bitetto e Bitritto, è giunta a sancire l’inizio ufficiale del progetto con un incontro/dibattito al quale hanno partecipato il Presidente CAMA LILA Angela Calluso, il Sindaco di Modugno Nicola Magrone, l’Assessore ai Servizi Sociali di Modugno Rosa Scardigno, il Direttore DDP ASL BA Antonello Taranto e la Coordinatrice attività territoriali Ser.T. ASL BA Maria Pia Conticchio.

The Social Factory, rientra nell’area di intervento dedicata alla reinclusione sociale di persone affette da dipendenze patologiche, alla prevenzione degli stati di dipendenza e alla promozione della salute tra i giovani.

Al momento, il progetto è nella fase della creazione di un sistema di rete, pertanto sta procedendo alla mappatura e all’individuazione degli enti territorialmente coinvolti, delle associazioni che a vario titolo si occupano di dipendenze patologiche, degli istituti di supporto all’attività di prevenzione.

La realizzazione del centro polivalente prevede, inoltre, la costituzione di un osservatorio d’ambito sulle dipendenze patologiche, l’attivazione di un laboratorio di agricoltura sociale (da realizzare negli spazi esterni del Ser.T), uno spazio per attività ludico-culturali, un laboratorio teatrale, un laboratorio attività espressive. La conduzione operativa delle attività sarà a cura dell’associazione di volontariato CAMA LILA.

Lascia una risposta