UN COMUNE CHE PARLA CON I CITTADINI

A MODUGNO L’AMMINISTRAZIONE ORGANIZZA, A SPESE DELLA COALIZIONE CHE LA SOSTIENE, INCONTRI PUBBLICI PER SOTTOPORSI A UNA VERIFICA DIRETTAMENTE CON I CITTADINI, INCONTRI ASSOLUTAMENTE INEDITI PER MODUGNO E PER TANTI ALTRI COMUNI IN ITALIA

Si è svolta ieri la seconda assemblea cittadina dell’Amministrazione Comunale, l’ incontro tra Sindaco e giunta e cittadini per favorire un confronto pubblico che non c’è mai stato prima. Dice il sindaco, Nicola Magrone: “la scelta dell’amministrazione modugnese di rendere conto direttamente ai cittadini della propria attività, come promesso in campagna elettorale, si pone come esempio di trasparenza e di disponibilità a misurarsi con loro sui problemi di questa città, in un Comune che non ha mai conosciuto, prima di noi, questo genere di esercizio democratico”.

20140414_192633

L’assemblea cittadina, pensata quale momento per sottoporre dieci mesi di attività amministrativa all’esame della cittadinanza, è stata anche  l’occasione per evidenziare che cosa significhi amministrare un paese secondo legalità costituzionale, come ribadito dal titolo dell’evento e dall’articolo 3 della Costituzione riportato in locandina. “Quell’articolo”, ha detto il Sindaco, “promuove l’effettiva eguaglianza dei cittadini con l’impegno dello Stato per una emancipazione civica dell’individuo, e allora io devo esprimere ancora una volta il concetto che se siamo qui oggi è perché ci avete votato, e la ragione principale per cui ci avete votato è che non vi facessimo alcun favore.”

Molte le notizie fornite in assemblea sui provvedimenti, sui risultati conseguiti e sui molti altri che stanno maturando. Il contributo degli assessori, prima di passare alle sollecitazioni del pubblico presente in sala, è risaltato soprattutto per le cose di cui si stanno occupando attualmente:

-          L’assessore ai Lavori Pubblici e ai Trasporti, Agostino Romita, ha messo in luce le prossime soluzioni ai problemi dei quartieri periferici di Campolieto e di Porto Torres. Per il primo sono stati progettati e presto saranno attivi i nuovi servizi di trasporti, sia urbani sia extraurbani, con i quali si miglioreranno notevolmente i collegamenti della borgata con il centro di Modugno e con Bari; per il secondo, invece, dopo un lungo lavoro di studio e di ricerche, si è trovato il modo per risolvere l’annosa vicenda della sistemazione di strade, verde e illuminazione, tramite un intervento pubblico che fino a qualche tempo fa sembrava impossibile.

-          L’assessore alle Finanze, Leonardo Banchino, ha illustrato il suo lavoro nell’ambito della contabilità sperimentale, a cui il Comune ha aderito per allentare i vincoli del patto di stabilità interno e quindi per rilanciare gli investimenti sul territorio. Mentre sull’imposizione fiscale locale (imposte sulle proprietà immobiliari e sui rifiuti) sta approntando soluzioni orientate a una maggiore equità.

-          L’assessore all’Ambiente, Tina Luciano, evidenzia l’enorme sforzo sostenuto finora per arrivare alla definizione del piano industriale della nuova raccolta differenziata che interesserà un bacino territoriale di ben sette Comuni (il cosiddetto ambito ARO Bari 2) con la gestione unificata dei servizi di raccolta, spazzamento e trasporto rifiuti. Uno sforzo che prosegue tuttora con la predisposizione degli atti di gara del grande appalto (più di cento milioni di euro l’importo a base di gara per l’assegnazione di un servizio della durata di sette anni).

-          L’assessore agli affari generali e vicesindaco, Emilio Petruzzi, ha riferito del riordino della macchina amministrativa, della imminente riorganizzazione degli uffici con il dimezzamento dell’elevato numero dei Servizi (passeranno da 14 a 7), dei pochi passi ancora da compiere per il definitivo trasferimento di alcuni uffici in sedi più idonee, rispetto alle attuali sistemazioni, per il lavoro dei dipendenti, e più economiche per il Comune.

-          Per i Servizi Sociali, l’assessore Rosa Scardigno ha comunicato la prossima novità del bonus sulle prime natalità e i risultati conseguiti nell’ambito territoriale BA10 (Modugno-Bitetto-Bitritto), il quale può per la prima volta contare su un Ufficio di Piano dalla dotazione completa e su un Piano Sociale di Zona, il cui iter di approvazione, dopo la recente adozione della Convenzione per la gestione associata dei servizi socio-assistenziali, è ormai in dirittura d’arrivo.

-          L’assessore alla Cultura, Francesco Taldone, ha evidenziato il suo impegno per la piena acquisizione al patrimonio pubblico di importanti luoghi culturali come il Casale di Balsignano e il Palazzo dell’ex-Direzione, con le iniziative per la loro corretta gestione e valorizzazione.

Lascia una risposta