Valutazione di Impatto Ambientale per Ecofuel. In Regione non passa la nuova richiesta di Ecofuel di esclusione dalla procedura di V.I.A.

Dopo il parere espresso dal Comitato Regionale, con il quale si accoglieva la richiesta del Comune di Modugno di assoggettamento a V.I.A., arriva l’ufficializzazione della procedura con la presa d’atto in Conferenza di Servizi. Decisivi, in tal senso, i reiterati interventi dell’Amministrazione Comunale

La Conferenza di Servizi, tenutasi presso il Servizio Ecologia della Regione Puglia il 20 Marzo 2014, con la partecipazione di tutti gli enti coinvolti nel procedimento di verifica di assoggettabilità a V.I.A. del progetto di Ecofuel, si è conclusa con la presa d’atto del parere reso lo scorso 5 marzo dal Comitato Tecnico Regionale, concordando sulla necessità di compiere la valutazione di impatto ambientale. A seguito dell’emissione di quel parere, il proponente (Ecofuel Apulia Srl), avendone facoltà nei successivi 5 giorni, aveva rinnovato, con una nota inviata in Regione in data 10 marzo, la propria richiesta di non assoggettabilità ovvero di esclusione dal procedimento di V.I.A. del progetto di “impianto di depolimerizzazione della plastica per la produzione di liquido combustibile assimilabile a gasolio e cherosene nel Comune di Modugno (zona ASI)”.

La Conferenza di Servizi, presieduta dal Dirigente dell’Ufficio Programmazione, politiche energetiche VIA e VAS, ha respinto la nuova istanza di Ecofuel Apulia Srl, con la motivazione che essa “non contiene elementi aggiuntivi rispetto a quelli che sono già stati oggetto di valutazione tecnica da parte del comitato”. Niente di nuovo la società proponente ha saputo portare all’attenzione della Regione, dunque prevalgono, una volta di più, i pronunciamenti contrari rispetto all’insediamento dell’impianto, ripetutamente espressi dal Sindaco di Modugno, Nicola Magrone, e dall’assessore all’Ambiente dello stesso Comune, Tina Luciano. Finanche il primo atto dell’amministrazione comunale modugnese, a pochissimi giorni dalle nomine assessorili, la delibera di giunta n. 1 (Luglio 2013), fu fatta per produrre osservazioni contrarie e parere sfavorevole alla procedura di insediamento di Ecofuel che, all’epoca, sembrava inarrestabile. Invece, sin da allora, e costantemente nel corso di otto mesi, il Sindaco Magrone si è speso, scrivendo alla Regione e incontrando i dirigenti regionali competenti,  per affermare la contrarietà del Comune di Modugno ad un impianto industriale (inedito sul territorio nazionale) dalle molte criticità sotto l’aspetto delle emissioni inquinanti, nonché per fermare un procedimento dai molti lato oscuri.

Dalla Conferenza di Servizi, oggi, riparte il percorso finalizzato ad accertare i reali impatti ambientali del progetto Ecofuel.

Lascia una risposta